Non lascerò tracce

Come un ponte mai usato
tra strapiombi di paesi stranieri
non lascerò tracce.
Piango la primavera
e i suoi colori
che son la pancia sbudellata della terra
ed è li che finirò
con tutti i miei incantesimi,
digerito
da questa vita appiccicosa.

E tutti i segni miei meravigliosi
non hanno trovato un solo sorriso complice,
un pianta
sola
che mi somigliasse.

Come un insetto
schiacciato tra le erbacce
non lascerò tracce
no
non lascerò tracce.

Nessun commento:

Posta un commento