Nella grazia della luce

Nessuno ci ama
inoltre
mai come vogliamo.
La nostra fiducia
compatta come neve,
ci ha travolto a primavera
proprio mentre dormivamo.

Il guardiano più feroce
è un guerriero che non parla
nel deserto che hai creato
sta seduto ed è sovrano
son per tutti una minaccia,
i suoi occhi d'uragano.
Lui protegge i tuoi pittori
che ridisegnano il passato
dagli arcieri più imprudenti
che ti scoccano domande.

Alla fine della notte
vanno i pittori verso mare
per deporre i loro quadri
sulle sponde del presente,
è la speranza che li guida
un'illusione della mente
che scompare insieme ai quadri
nella grazia della luce.

Nessun commento:

Posta un commento